Dalla bottega in paese alla grande azienda bresciana. Ci lascia Domenico Cartapani

[Domenico Cartapani – nella foto il secondo da destra durante l’inaugurazione della nuova sede a Borgosatollo]


Prima la vendita “porta a porta” di sapone e altri prodotti nelle cascine di Borgosatollo in sella alla sua bicicletta, poi una piccola bottega in via Molino Vecchio con la sorella Lucia fino a fondare un’azienda che ora è leader nel settore della produzione del caffè.
Si è spento oggi Domenico Cartapani, fondatore dell’omonima azienda di torrefazione, aveva 90 anni. Borgosatollese doc e una vita dedicata al lavoro e alla famiglia con la moglie Cecilia e i figli Lorenzo e Paolo (questi ultimi che portano avanti l’azienda di famiglia) e Alberto.
La “Caffè Cartapani” da pochi anni è “tornata” a Borgosatollo dopo aver lasciato la sede storica di viale Duca degli Abruzzi in città.

Domenico e Mario Cartapani decisero, nel secolo scorso, di lanciare la propria attività col nome di “Costarica Caffè dei F.lli Cartapani”, abbandonando dopo poco più di un anno il nome del paese centroamericano per mantenere solo il cognome. Una tostatrice usata, una macina, la vendita al dettaglio, le prime consegne in bicicletta. Come tutte le eccellenze Made In Italy, anche la storia di Caffè Cartapani, è fin dall’inizio, una scelta ispirata dalla selezione, dalla ricerca del buono, dalla volontà di fare la differenza in termini di alta qualità superiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *