Aggiornamento sui cantieri nei plessi scolastici

Di Marco Frusca, assessore

Per quanto concerne la scuola secondaria di primo grado, sono terminati i lavori del primo appalto che consisteva nell’adeguare sismicamente la scuola e la palestra e la completa sostituzione delle pareti perimetrali della scuola per renderle migliori dal punto di vista della coibentazione energetica. Lo stato attuale è il seguente: sul plesso della scuola ad inizio 2022 interverrà una nuova impresa che intraprenderà il progetto totalmente coperto finanziariamente dai fondi GSE (quadro economico 1.194.000 €) mentre sulla palestra, nella primavera 2022, l’attuale ditta Maser S.r.l. mantiene il cantiere per terminare la posa del cappotto esterno e il rifacimento di bagni e spogliatoi. Il progetto sul plesso della scuola secondaria, come detto totalmente coperto da fondi Statali GSE, riguarda il totale rifacimento degli ambienti interni della scuola (nuovi pavimenti, nuovi bagni, nuove porte e serramenti, nuovi impianti elettrici e idraulici, tinteggiatura completa, nuovo controsoffitto, abbattimento di ogni barriera architettonica e adeguamento alla certificazione antincendio) e gli interventi di efficientamento energetico per avere una scuola a consumo quasi zero (nZEB), con l’installazione di due pompe di calore geotermiche, sistema a pome di calore aria-acqua per la produzione di acqua calda sanitaria e infine l’installazione di pannelli fotovoltaici per 37 kWp. Il cronoprogramma dei lavori è di circa quattro mesi e si procederà con l’avvio della gara entro fine anno per iniziare i lavori nelle prime settimane del nuovo anno. Nel frattempo, la disposizione delle classi nei vari plessi scolastici resta invariata (scuola Primaria e Palazzo Facchi).

Come avrete visto hanno ripreso in modo energico i lavori per la costruzione della nuova scuola Primaria, fino a fine 2021 ci si concentrerà sulle strutture di fondazione della nuova scuola con scavi e posa dei materiali; quindi, si procederà all’assemblamento delle pareti esterne in legno e paglia. Vi ricordo che la nuova scuola porta con sé il concetto del “nido”; una struttura calda e accogliente per i nostri bambini e allo stesso tempo sicura, accessibile per tutti, protetta ed ecosostenibile. Potremo insieme vedere l’avanzamento dei lavori nei prossimi mesi. Il valore totale del progetto è 7.000.000 € di cui solo il 12% a carico del Comune di Borgosatollo.

Le progettualità future ma che hanno già dei presupposti economici concreti riguardano anche gli altri plessi scolastici.

Per la scuola dell’infanzia Rodari è già a disposizione un contributo statale di 150.000€ per l’efficientamento energetico con cui faremo la sostituzione dei serramenti perimetrali esterni.

Sempre presso la scuola dell’infanzia Rodari prenderà vita nei prossimi anni il polo dell’infanzia 0-6 anni, con la costruzione di un nuovo asilo nido (circa sessanta posti) e la contestuale dismissione dell’attuale asilo Paperotto a Piffione. Il quadro economico dell’intervento è di 985.000 €, coperti da fondi del Ministero dell’Istruzione per l’80%. Siamo in attesa del Decreto MIUR per la certificazione dei tempi di affidamento del progetto definitivo-esecutivo e affidamento lavori. Nel progetto non è presente la modifica della capienza della scuola dell’infanzia Rodari che mantiene il suo attuale assetto.

Per quanto concerne la scuola dell’infanzia Collodi, abbiamo ottenuto dal Ministero dell’Interno un finanziamento da 450.000 € e abbiamo già agli atti un progetto per la riqualificazione sismica del plesso dal valore di 997.000 €. La parte economica non coperta, si sta valutando di ottenerla con i fondi statali del GSE per la riqualificazione energetica di edifici pubblici, come per la scuola secondaria.

Come avete visto, la totalità dei progetti è per la gran parte coperta finanziariamente da contributi Statali e nello specifico a Borgosatollo sono già “atterrati” per i soli progetti di edilizia scolastica quasi 1.388.000 € dal PNRR Europeo: Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Avremo nei prossimi mesi e anni una grande quantità di progetti e cantieri da gestire sia per l’edilizia scolastica e sia per tutti gli altri lavori pubblici in programma. Daremo tutti insieme nei prossimi anni, un nuovo volto agli edifici pubblici della nostra Comunità, al fine di renderli più sicuri, accessibili, accoglienti e sostenibili dal punto di vista energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *